Adduzione

Home » Rappresentazioni tattili » Tecniche di disegno a rilievo » Adduzione

La tecnica

particolare di un pannello con stampa ad adduzioneUno speciale plotter permette di stampare, oltre che con gli inchiostri classici, anche con speciali inchiostri trasparenti a rilievo, utilizzando i quali è possibile sovrapporre a testi e disegni visivi (anche molto complessi), testi in Braille e disegni tattili (semplificati per essere adatti alle esigenze della percezione e lettura tattile).
È possibile stampare su disparati supporti: PVC di diverso spessore, metallo o Dibond e carta di diversa grammatura.

Attrezzature e professionalità

Questa tecnica richiede risorse consistenti sia in termini di attrezzature che di competenze professionali. Esistono diversi modelli di stampanti, che permettono di raggiungere dimensioni di stampa differenti. E’ tuttavia importante sottolineare che, per raggiungere i migliori risultati in termini di qualità del rilievo e sua durata nel tempo, è indispensabile, da parte dello stampatore, una costante sperimentazione e ricerca nel selezionare i tipi di inchiostro e di supporto più adatti.

Altezza del rilievo

particolare tecnica di stampa ad adduzioneCon questa tecnica si stampa solitamente un unico livello di rilievo di circa 0,5 millimetri, dalla forma ben delineata e percepibile anche per tratti molto sottili (0,3 mm). È possibile tuttavia, per esigenze particolari, stampare più livelli di rilievo sovrapposti realizzando disegni con tratti di altezza differente.

Precisione del tratto

Questa tecnica permette di ottenere stampe molto simili, ad un occhio non esperto, a quelle ottenibili con la serigrafia a rilievo. La stampa ad adduzione permette però di ottenere una precisione del tratto superiore alla serigrafia, oltre che una maggiore gamma di spessori del tratto e campiture più estese. Inoltre non necessitando di un impianto iniziale importante (telaio serigrafico) la tecnica ad adduzione risulta di gran lunga più conveniente nel caso di stampa di copie uniche o tirature molto limitate.

Modi d'uso

pannello con stampa ad adduzioneQuesta tecnica è adatta principalmente per rappresentazioni lineari quali mappe o disegni semplici e schematici. Si possono ad esempio produrre pannelli e mappe tattili per musei ed edifici pubblici su supporto plastico o metallico, che possono durare diversi anni anche in ambienti esterni, perciò esposti agli agenti atmosferici.

cartoline stampate con stampa ad adduzioneStampando su supporto cartaceo è inoltre possibile realizzare pubblicazioni, schede didattiche, cartoline visivo-tattili e molto altro. Non implicando la deformazione del supporto, questa tecnica permette di stampare in rilievo le due facciate di una stessa pagina.

Uso di colori

dettaglio tecnica di stampa ad adduzioneLa possibilità di stampare il rilievo con inchiostro trasparente permette di gestire liberamente la compresenza di disegni visivi a colori (anche complessi) e di disegni a rilievo e testi in Braille (più semplificati). Ecco perché questa tecnica, assieme alla serigrafia a rilievo, è una delle più indicate per realizzare prodotti che, pur rimanendo nell’ambito della rappresentazione bidimensionale, sono più “universali”, potendo essere letti indifferentemente da persone ipovedenti e non vedenti, ma anche da un pubblico ben più ampio, con o senza difficoltà visive.